È PRIMAVERA, VOGLIA DI RINNOVARE BALCONI E GIARDINI? QUEST'ANNO SI PUÒ CON IL BONUS VERDE

Saranno felici gli appassionati di giardinaggio: sistemi di irrigazione, alberi ad alto fusto, rinvasi sono compresi nel bonus Verde 2018. Con le agevolazioni fiscali introdotte dalla legge di Bilancio 2018 sarà possibile detrarre fino a 1800 euro in 10 anni per le spese di rifacimento di giardini e balconi.

Quanto si può detrarre?
La legge permette una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2018 .
La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Quali interventi sono compresi nel Bonus Verde?
Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Come si richiede?
Via libera agli scontrini parlanti e ai pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).

Cosa è escluso?
Non è possibile fruire del bonus verde per lavori in economia, vale a dire eseguiti direttamente dal contribuente: gli interventi devono essere appaltati a ditte. È uno dei nuovi chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate, che ha anche precisato che il beneficio non spetta per la manutenzione ordinaria annuale di giardini preesistenti ma deve far parte di progetto di rinnovamento del verde nelle aree comuni.

Photo by Kyle Glenn on Unsplash

 

 

È PRIMAVERA, VOGLIA DI RINNOVARE BALCONI E GIARDINI? QUEST'ANNO SI PUÒ CON IL BONUS VERDE